Area Medica : Recuperare un credito da un grande cliente

Contributo da Admin su 13 Mag 2011 - 09:40

Per i grandi e grandissimi complessi industriali i tempi di pagamento nei confronti dei fornitori si estendono ben oltre la media, facendo in tal modo valere il peso del proprio ruolo a scapito degli altri attori della filiera. Il Centro Servizi Legali di D.A.S. ha affrontato con successo un caso delicato nel settore della moda.

Un’azienda marchigiana nostra assicurata, specializzata nel settore della manifattura tessile, si è trovata a dover gestire il mancato pagamento di una fattura da parte di una notissima casa di moda milanese, un colosso di fama mondiale. L’azienda aveva già in precedenza espletato una serie di solleciti anche scritti rivolti direttamente alla sede amministrativa della società debitrice, tuttavia senza successo. Motivo per cui l’assicurato ha ritenuto opportuno rivolgersi al Centro Servizi Legali di D.A.S..

Il nostro esperto ha verificato in un primo contatto con la società debitrice l’assenza di contestazioni sulla fornitura e la sua solidità economico-finanziaria. Sono state successivamente intrattenuti alcuni contatti telefonici e scritti, utilizzando uno stile di comunicazione idoneo a mantenere un rapporto cordiale con il debitore, che rimane pur sempre un grande cliente dell’assicurato. Nel caso di specie sono state quindi sufficienti alcune semplici comunicazioni telefoniche, via e-mail e un fax per far sì che la controparte saldasse la fattura in sospeso.

Il caso citato dimostra come il valore aggiunto del servizio di D.A.S. non si ravvisi soltanto nell’efficacia dell’azione di recupero del credito, ma anche nella capacità di adattarsi alle singole situazioni ed ai singoli attori con i quali i nostri esperti si devono confrontare, contribuendo al mantenimento di buoni rapporti commerciali tra le parti coinvolte.

Un vizio di forma può costare caro

Quanto è importante rispettare la forma?

Molto, almeno a giudicare da quanto è successo a un assicurato della provincia di Trento. Il nostro assistito, titolare di un’impresa edile, nel corso del 2010 ha eseguito alcuni lavori presso l’abitazione di una cliente residente nella sua stessa provincia.

Una volta conclusi i lavori, la signora non ha onorato il pagamento nei termini indicati in fattura, ragione che ha spinto l’assicurato a rivolgersi al Centro Servizi Legali di DAS per recuperare il credito. I nostri legali hanno immediatamente preso contatto con la signora, che come prima risposta ha fatto emergere alcune contestazioni.

Queste ultime, tuttavia, non si riferivano tanto all’esecuzione tecnica dei lavori - anzi giudicati a regola d’arte - quanto al mancato adempimento dell’invio delle certificazioni previste dalle normative comunitarie. In sintesi, la signora contestava al nostro assistito che il lavoro non si poteva considerare concluso finché l’esecutore non avesse consegnato la documentazione sulla corretta esecuzione dei lavori, attestante non solo la garanzia sulla bontà dei materiali utilizzati, ma anche la responsabilità dell’assicurato in caso di vizi dei materiali che si fossero resi evidenti a seguito dei lavori.

Messe tutte le carte in tavola, i legali del Centro Servizi Legali di DAS hanno compreso di dover fare da mediatore tra assicurato e debitore. Se da un lato, infatti, l’assicurato premeva per recuperare il proprio credito, sollecitando i legali DAS a far partire un’azione legale, se necessario, la signora pretendeva i certificati di garanzia prima di estinguere il debito.

A quel punto, i legali DAS hanno fatto capire all’assicurato che era importante avere almeno una copia dei documenti obbligatori per legge prima di avviare una trattativa con la controparte, convincendo la signora, al contempo, ad effettuare un primo versamento in acconto al nostro assistito, a titolo di buona fede. Il raggiungimento di questo obiettivo ha semplificato e dato il via libera a una soluzione concordata: una volta che il nostro assicurato ha incassato l’acconto, infatti, il Centro Servizi Legali di DAS ha potuto formalizzare e far ratificare un accordo tra le parti in base al quale il nostro assistito si impegnava a inviare i documenti richiesti, una volta percepiti i quali la signora avrebbe provveduto a saldare il debito residuo.

Prima di consegnare alla debitrice gli originali delle certificazioni, i legali DAS hanno consegnato alla signora una copia dei documenti, in modo da tutelare l’assicurato circa l’effettiva intenzione della sua cliente di saldare il debito.

Una volta ricevuta dalla signora la conferma scritta della bontà dei documenti ricevuti, si è potuto procedere con la richiesta del saldo, e pochi giorni dopo il nostro assicurato ha recuperato l’intera somma, che ammontava a 24.750 euro.

Il contatto costante con il debitore per evitare le vie legali

Una Società assicurata che si occupa di servizi di CRM evoluto in outsourcing ha contattato il Centro Servizi Legali di D.A.S. perché, dopo diversi tentativi volti a recuperare un credito nei confronti di un cliente che non aveva assolto al pagamento dei servizi ricevuti, ha ritenuto opportuno affidarsi all’esperienza di D.A.S.. Scelta azzeccata perché in soli cinque mesi è riuscita a recuperare, grazie al lavoro svolto dai professionisti del Centro Servizi Legali, l’intero importo dovuto, pari a 33.000 Euro.

Nel caso specifico, a seguito di alcuni contatti e trattative telefoniche con il direttore amministrativo di controparte, il CSL è riuscito a convincere l’impresa debitrice a dimostrare, in maniera tangibile, la propria buona fede e la volontà collaborativa tramite alcuni versamenti in acconto, al fine di evitare la via legale.

Una volta verificato l’avvenuto regolare incasso di tali acconti, da parte dell’assicurato, le trattative sono ulteriormente seguite sino alla

formalizzazione di una proposta scritta di saldo dilazionato; accompagnata da continui e costanti contatti e solleciti volti ad appurare il rispetto dei termini pattuiti.

La strategia utilizzata è stata in grado di soddisfare gli interessi del cliente D.A.S. (il quale, in caso di procedura giudiziale risoltasi positivamente, avrebbe comunque incassato il proprio credito a distanza di anni) e di permettere alla ditta debitrice di proseguire i rapporti commerciali con l’impresa creditrice.

Ultime Notizie

Fantecolo in bike edizione 2019 (da admin il 04/18/19 )

Il comitato organizzatore della 6ª Fantecolo in Bike, ha dato il 100% per organizzare un evento che potesse lasciare un ricordo indimenticabile

...
La sussistenza o meno della responsabilità della struttura sanitaria in caso di c.d. complicanza. (da admin il 04/08/19 )
Secondo la prevalente giurisprudenza di merito e di legittimità, "la complicanza, quale evento avverso correlato all'atto medico e statisticamente
...
Borse 1983-1991: anche chirurgia oncologica va risarcita (da admin il 03/30/19 )
Osserva la Corte che il D.M. 30 gennaio 1998 aveva individuato le discipline equipollenti al fine dell'accesso al ruolo dirigenziale del personale
...
Il rispetto delle linee guida va sempre rapportato alle circostanze del caso concreto (da admin il 03/26/19 )
Nell'ambito della colpa medica, un ruolo peculiare è assunto dalle linee guida dettate dalla comunità scientifica.
Esse costituiscono un nucleo
...
Non corretta asepsi dell'ambiente chirurgico e dello strumentario: risarcisce la clinica ed il primo operatore. (da admin il 03/26/19 )

Né la Casa di cura nè il primo operatore durante il parto e dunque responsabile quale capo equipe della gestione della sala operatoria e

...

Articoli più letti

Direttore sanitario di struttura privata: quali i requisiti della subordinazione? (da admin il 11/30/11 8332 pagine viste)

Il direttore sanitario di una struttura privata, pur risultando di aver svolto l’attività a titolo di collaborazione professionale, impugnava il

...
Incidente sulla rampa d'accesso ai garage, a chi si richiede il danno ? (da admin il 08/19/13 6722 pagine viste)

La Cassazione ha stabilito che, nel caso di incidente che avvenga sulla rampa di accesso ai garage, il danneggiato non viene risarcito dall’

...
studio condiviso tra MMG convenzionati e saltuariamente con altri specialisti non è ambulatorio polispecialistico (da admin il 10/31/11 6610 pagine viste)

Un medico di medicina generale convenzionato con il Servizio sanitario nazionale, oltre ad esercitare la propria attività nell’immobile di sua

...
Responsabilità del direttore sanitario nello studio dentistico gestito da società (da admin il 09/24/09 6608 pagine viste)

Una paziente si sottoponeva a cure odontoiatriche presso uno studio dentistico gestito da una società di persone e più specificamente da una

...
IRAP: medico convenzionato al 100% con il SSN (da admin il 01/18/12 6157 pagine viste)

La Commissione Tributaria Regionale aveva confermato la sentenza favorevole al rimborso dell’IRAP versata da un medico convenzionato con il SSN. La

...
La differenza sostanziale tra studio medico e ambulatorio (da admin il 06/21/10 5606 pagine viste)

Che fare quando il regolamento condominiale inibisce la destinazione delle singole unità immobiliari ad ambulatorio dentistico ed attività connesse

...
Irap non dovuta dal medico di famiglia anche se con segretaria part-time (da admin il 07/25/11 5013 pagine viste)

Un medico di assistenza primaria, pur avvalendosi della collaborazione part-time di una segretaria, impugnava una cartella di pagamento emessa a

...
Da quando decorre il termine per proporre querela, in caso di lesioni personali colpose dovute a colpa medica ? (da admin il 08/02/10 4986 pagine viste)

Il termine per proporre la querela per il reato di lesioni colpose determinate da colpa medica inizia a decorrere non già dal momento in cui la

...
Infermiere professionale ed HCV contratta in servizio (da admin il 03/21/11 4957 pagine viste)

Relativamente alla domanda risarcitoria promossa dall’infermiere professionale che contraeva HCV nello svolgimento della prestazione lavorativa

...
Decreto Legge Balduzzi (da admin il 07/02/13 4548 pagine viste)

Il Decreto Balduzzi introduce numerose novità in materia di sanità e salute. Fra cui una nuova regolamentazione della responsabilità professionale

...